29 giugno 2010

Vulpes in fabula



Sarà perché all'interno delle favole ogni tentata furberia le si ritorce contro, sarà perché nel mondo contadino è sempre stata considerata una peste per le sue incursioni nei pollai, tanto da giustificarne la caccia - degenerata poi in un'ignobile sport - a me la volpe suscita profonda simpatia. Con grande gioia ho dunque accettato dall'Agaworld di Seoul di illustrare la favola di Esopo "La volpe e la cicogna", un classico della letteratura per ragazzi.
All'aristocratico trampoliere, alto, dalle movenze sinuose ed eleganti ho contrapposto una volpe tozza e impertinente, il cui look dandy inutilmente cela la sua natura silvestre.
Nonostante nel finale la cicogna abbia la meglio sulla volpe, non si può ignorare il fondamentale apporto di quest'ultima nell'innescare l'alterco senza il quale, Esopo, non avrebbe mai potuto trarre morale.
Propenderei dunque per: Volpe VS Cicogna 1 - 1

3 commenti:

Monica ha detto...

Sicuramente la Volpe dandy non sarà una volpe qualsiasi...speriamo sia insuperabile come quella del Piccolo Principe, per la quale "non si vede bene che col cuore, e l'essenziale è invisibile agli occhi!"...

COMPLIMENTI!Monica

Ned ha detto...

la volpe è bella e la casa sull'albero è fantastica:)

ned
http://www.unmondomigliore.net/

Andrea Rivola ha detto...

Grazie, le vostre riflessioni sono molto preziose per me!